Presentazione


Aggregatore d'analisi, opinioni, fatti e (non troppo di rado) musica.
Cerco

giovedì 10 marzo 2011

Quel che resta del grind.

Ultimamente faccio molta fatica a scovare nella mia raccolta un disco che sia in grado di trasmettermi emozioni in maniera incontrollabilmente irruenta.
Sarà questione di momenti o stagioni, ma allo stato attuale trovo pochissima empatia con la musica pesa che ho sempre ascoltato, magari anche a causa di una nausea sempre crescente per tutto quanto fa "scena" nell'universo dell'hard & heavy.
Una boccata d'ossigeno è venuta dalla riscoperta del grind (grazie osso!) unico genere in grado di canonizzare ed esaltare a più deflagrante esplosione l'asfissiante esistenza che questi tempi impongono ai pochi (ma proprio pochi!) che non sono dei cerebrolesi.
Ben inteso, anche in questo caso, le maggiori soddisfazioni si trovano eseguendo il passo del gambero, perché il materiale attuale è diventato pressapochistico come tutto il resto del metal.
A sputare sul moderno sì prende sempre bene, dunque, ma ogni tanto si rischia anche di fare un ingiusto torto a qualcuno. E' il caso dei texani Insect Warfare autori di una carriera breve ed intensa, in pieno stile grind!
Manco a dirlo, il loro merito più grande è quello di portare ancora una volta sul palco le tematiche sociali al posto delle cagate splatter che ammorbano il genere ai giorni nostri.
Un piccolo assaggio di quelle che erano le loro capacità.



Aggiungo il testo, particolarmente esplicativo per buona parte delle attuali generazioni.

"Life isn't a messageboard, why don't you go outside.
You are not shit without an avatar to hide behind.
Always quick to speak you're mind but you got no one to talk to.
Except your dumb-fuck online friends who never even met you.
Sit behind computer screens.
On the internet you own the scene."

Un sentito ringraziamento al fornicatore per aver condiviso col sottoscritto l'esistenza di questo seminale formazione.

4 commenti:

  1. Visto che ti interessano i gruppi "socialmente utili" consiglio vivamente una puntatina sul filone grind-crust:

    Disrupt
    Massgrave

    RispondiElimina
  2. Impressione mia o questi personaggi sono sconosciuti anche nell'underground? Ho provato a cercare qualche informazione sul loro conto senza concludere nulla.

    RispondiElimina
  3. Beh, più o meno si. Almeno, su internet non è che si trovi granchè...

    RispondiElimina
  4. Di pure che non si trova una fava. M'interessava leggere i testi dei due pezzi, ma ovviamente in giro non c'è una mazza.

    RispondiElimina