Presentazione


Aggregatore d'analisi, opinioni, fatti e (non troppo di rado) musica.
Cerco

martedì 22 dicembre 2015

Burkina Faso, morte Sankara: mandato di arresto internazionale per Compaoré

Il Burkina Faso ha emesso un mandato d'arresto internazionale per l'ex presidente Blaise Compaoré, in relazione all'omicidio nel 1987 del suo predecessore Thomas Sankara, noto come il 'Che Guevara africano'. Lo hanno fatto sapere fonti giudiziarie. L'attuale governo ad interim del Burkina ha promesso di far luce sull'assassinio del popolare leader e rivoluzionario. Sankara prese il potere con un colpo di Stato nel 1983 e perseguì politiche di impronta marxista e panafricaniste. Si guadagnò il soprannome di 'Che Guevara africano', mentre molti intellettuali africani lo consideravano un visionario.

Un corpo, ritenuto quello di Sankara, è stato esumato quest'anno e un'autopsia ha mostrato che era crivellato di proiettili, confermando i sospetti secondo cui fu vittima di una esecuzione nel colpo di Stato che portò Compaoré al potere. Quest'ultimo è stato a sua volta destituito lo scorso ottobre dalle proteste contro la sua intenzione di cambiare la Costituzione ed estendere il suo mandato, durato 27 anni. È fuggito in Costa d'Avorio, dove si ritiene si trovi tuttora.

Tra le accuse rivolte a Compaoré ci sono quelle di omicidio e complicità in omicidio. Si tratta di un passo decisivo, perché le autorità ad interim si preparano a cedere il potere all'ex premier Marc Kaboré, vincitore delle elezioni presidenziali di novembre. Almeno altre 10 persone sono state incriminate in relazione all'omicidio, tra cui il generale Gilbert Dienderé autore a settembre di un fallito colpo di Stato.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento