Presentazione


Aggregatore d'analisi, opinioni, fatti e (non troppo di rado) musica.
Cerco

lunedì 19 novembre 2018

Como - Due extracomunitari disarmano rapinatore e smentiscono Salvini

Una notizia minore, di quelle che finiscono solo sulle pagine localissime di giornali locali. Quasi una banalità, su cui non soffermarsi.

Eppure contiene la smentita radicale di quel “senso comune” che leghisti e fascisti stanno spargendo da anni in questo disgraziato paese.

Due extracomunitari, per di più “marocchini” (è una nazionalità, ma viene usata spesso come un insulto dai razzisti), fermano un rapinatore e lo consegnano alle forze dell’ordine. In piena Lombardia profonda...

Per di più il rapinatore è un italiano. Anzi, uno del paese, un lumbard...

Naturalmente, questo non significa che tutti gli extracomunitari siano altrettanto onesti e coraggiosi, né che tutti gli italiani siano pessima gente. Queste generalizzazioni da idioti le lasciamo volentieri al ministro dell’interno e ai suoi ghost writer.

Però ci sembra indicativo che nessun giornale mainstream, neanche quelli che gridano al fascismo governativo ogni tre per due nel tentativo di ridurre l’opposizione a semplice “europeismo”, abbia colto la rilevanza di un episodio come questo.

Si vede che al corso di giornalismo che va per la maggiore non insegnano più l’architrave logico della professione: “Quando un cane morde un uomo non fa notizia. Ma se un uomo morde un cane, quella è una notizia“.

E’ dunque evidente che i media principali non servono più a dare notizie, ma a fare propaganda.

Ecco qui di seguito l’articoletto completo sul fatto, tratto da QuiComo.

*****

Farmacista di Turate salvato da due marocchini durante una rapina

Tentata rapina a Turate nella sera dell’8 novembre 2018 ai danni di un farmacista della Farmacia Comunale che stava depositando l’incasso della giornata nella cassa continua della Banca popolare di Sondrio, tra via Volta e via Vittorio Emanuele. A soccorrerlo sono stati due extracomunitari di origine marocchina, regolarmente residenti in Italia.

Il coraggioso intervento

I due marocchini stavano transitando davanti alla banca quando hanno visto un uomo armato di pistola che con il volto parzialmente coperto minacciava il farmacista. I due extracomunitari con coraggio sono intervenuti riuscendo a disarmare l’uomo e a immobilizzarlo in attesa dell’arrivo dei carabinieri di Turate che hanno ammanettato il rapinatore e portato al carcere Bassone di Como. La somma di denaro che il farmacista aveva con sé ammontava a circa 1.770 euro.

Chi è il rapinatore

Il rapinatore è un italiano di 44 anni – M. P. le sue iniziali – residente a Turate. Ha agito con il volto parzialmente coperto da uno scaldacollo. La pistola che impugnava era una calibro 45 con matricola abrasa. Oltre al reato di tentata rtapina dovrà rispondere anche dell’accusa di porto abusivo di arma clandestina.

Fonte

Nessun commento:

Posta un commento